I miei pani

Annunci

9 risposte a “I miei pani

  1. Commoventi. Sei grande, Paolo!

  2. Grazie Emilia, ma sono solo pani, un passatempo..

  3. dimmi che è tutto merito della pasta madre! io ho da poco cominciato a fare il pane in casa, pian piano imparo dai miei errori e correggendo di volta in volta miglioro la ricetta, ma uso il lievito di birra perchè per pigrizia e mancanza di pazienza non ho ancora prodotto la pasta madre e non conosco nessuno che me la possa spacciare. Fatto sta che resta molto compatto, il sapore è buono, ma non ha quella bella consistenza che sembra avere il tuo, con una bella crosta dorata e artistiche bolle nella mollica… complimenti!

    • Si, direi che è merito della pasta madre. dovresti trovare qualche spacciatore. Cerca su questo sito: http://www.pastamadre.net/
      C’è la mappa degli spacciatori. Chiedi pure tranquillamente, è tutta gente simpatica e disponibile. Io a Torino ne ho conosciuto un gruppetto veramente interessante.
      Poi,per il mantenimento e per panificare chiedi pure a me…
      Ciao

  4. Quel pandoro è meraviglioso!!! lo voglio fare!!!

  5. Ciao, io ho iniziato qua da sola, mi trovo in Olanda e il pane qua è una casa indecente. Anche io sono un po’ una testona e faccio di testa mia. Però di fronte a così tanta evidenza e esperienza accetto volentieri consigli e aiuti. Allora ti spiego che ho fatto 2 etti di farina integrale, 1 etto di acqua tiepida, 1 cucchiaino di miele. Mescolato, messo in ciotola, coperto con canovaccio umido . Dopo 2 giorni prima rinfresco e qua si ride la creatura si presenta bene, un po’ di alveoli, non proprio morbida ma va be, allora la peso, e mi dico ma dell’accesso che ne faccio, io rinfresco il tutto. Allora aggiungo 200 gr di acqua, giusto per sciogliere il tutto per bene, poi 200 gr di farina e di nuovo a riposare per 2 giorni,, solito canovaccio umido. Ieri sera guardo il tutto, si è lievitato, è bello soffice, fin troppo. Allora ho messo 1 etto di farina bianca, impasto con un coltello perché è troppo appiccicoso farlo con le mani, lo copro con il solito canovaccio umido. Ora che devo fare? Grazie in anticipo Sara

    • Scusa per il ritardo Sara.
      Puoi vedere qui sul mio blog il post sulla manutenzione del lievito naturale, dove racconto come io mantengo il lievito e faccio focacce e pane tutte le settimane.
      Ciao

      • Sono andata a sbirciare un po’, certo che la sai lunga. Lo so che le dosi vanno a occhio e sensazione, ma vorrei un tuo parere per fare il pane: aggiungo farina e acqua finché l’impasto si stacca bene dalle mani o non è necessario?
        Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...